Che vi  approcciate per la prima volta  al mondo della pittura a acquerello, che abbiate un po’ di pratica o che siate dei “veterani”, c’è un momento che ci accomuna tutti: la scelta della carta più adatta. Perché come avrete avuto modo di constatare, o constaterete, la carta ha un ruolo fondamentale nella resa finale del vostro disegno, soprattutto se parliamo di acquerello.

Esistono tantissimi tipi di carte diverse, e spesso può essere difficile scegliere quella che faccia più al caso nostro, specialmente se siamo principianti e abbiamo bisogno di esercitarci per prendere confidenza coi materiali. Il mio consiglio è di iniziare  usando carta economica, di quelle reperibili facilmente in qualsiasi cartoleria. Una volta presa un po’ di dimestichezza con gli acquerelli, potrete sperimentare tutte le carte che volete e scoprire pian piano quali siano le vostre preferite!

Per rapporto qualità/prezzo, una delle più famose e affidabili è sicuramente la Fabriano, storico marchio italiano che tutti noi sicuramente conosciamo  – chi non ricorda i disegni di educazione tecnica o artistica delle medie sui blocchi F2 e F4?. Basta una breve ricerca online, o una bella visitina in un negozio di belle arti, per scoprire una vasta gamma di carte Fabriano, sia per acquerello che non, per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Se siete agli inizi e/o volete spendere piccole cifre, potete provare la carta “Watercolour Fabriano” grammatura 300 g/m2  e col 25% di cotone (maggiore è la quantità di cotone, maggiore la sua capacità di assorbenza dell’acqua e quindi più pregiata e resistente sarà la carta, nonché costosa). Priva di acidi e disponibile in blocchi di varie misure, sia a grana grossa che a grana fine (ovvero la “granulosità” della carta). Io l’ho usata moltissimo nei miei primi studi e esercizi,  e la uso ancora per le bozze preparatorie dei miei lavori – come quelle che vedete in foto.

Nel caso della piccola volpe, ho utilizzato la  Watercolour a grana fine, sperimentando però la colorazione coi pastelli morbidi. Se c’è una cosa che amo fare, è proprio provare le carte con materiali diversi da quelli destinati al loro uso! Come tutti gli esperimenti si può fallire, ma in alcuni casi potreste avere delle belle sorprese, perciò vi invito a farlo!

Se invece siete disposti a spendere un pochino di più farete un bel salto di qualità. Provare la linea “Watercolour Artistico”, come l’altra  priva di acidi e disponibile in diversi formati e grane. Cos’ha di diverso questa linea dalla precedente? Facile, è una 100% cotone. Questo già la rende una carta di un altro livello. In più i fogli  sono incollati su tutti e quattro i lati – fatta eccezione per un angolino che serve per staccare il foglio quando avrete finito il vostro disegno. Potrà sembrare un dettaglio da poco, ma è molto utile. In questo modo si riduce la deformazione del foglio quando assorbe molta acqua, mantenendo una distribuzione omogenea del colore sulla superficie.

Quella che vedete in foto (FOTO2) èWatercolour Artistico – grana grossa” 100% cotone (ottima se amate l’effetto “rugoso” della carta) grammatura 200 g/m2 . Nonostante sia una carta più “leggera” della precedente, la maggiore quantità di cotone presente in essa le garantisce un’ottima assorbenza e quindi una resa migliore. Provare per credere! Ovviamente esiste anche la versione a grammatura 300 g/m2.

Infine,  una carta che  ci tengo a segnalarvi,  perché una delle mie preferite. Appartiene alla stessa linea delle precedenti, ed è la “Watercolour Artistico- grana satinata”  100% cotone e  grammatura 300 g/m2L’alta grammatura la rende una carta versatile, adatta non solo per l’acquerello ma anche per le tempere o i colori acrilici. La grana satinata, poi, le dona un tocco “vellutato”, lievemente lucido. L’essere liscia aiuta la precisione sui dettagli sia con le matite colorate che con la china. Oppure, come nel caso di questi disegni – sotto -,  con tecniche miste (ad esempio china e acquerelli, oppure markers e matite colorate).

L’unico consiglio, se usate pennarelli o markers su questa carta, è di tenere a mente che la carta assorbe molto e trattiene tanto inchiostro, pertanto valutate bene se dovete fare delle campiture di colore molto ampie, perché potreste ritrovarvi il pennarello improvvisamente scarico!

In conclusione le carte Fabriano vi permettono di spaziare e sperimentare davvero come volete, offrendovi una vasta gamma di prodotti di qualità a prezzi abbordabili, cosa che rende questo marchio un punto di riferimento per artisti e amatori. Questi sono solo pochi esempi di quello che potrete trovare, perciò adesso non vi resta che testare con le vostre mani (e pennelli!).